​Dalla linea Domini Veneti, della Cantina di Negrar, nascono alcune etichette davvero interessanti, che possono anche trovare un posto di intermedia importanza, all’interno dei capisaldi della Denominazione, senza tuttavia risultare di minor fattura, anzi tutto il contrario, posso brillare di luce propria.

Ne è un bellissimo esempio, il “Verjago” che nasce come un Valpolicella Classico Superiore DOC, ma che ha tutti i caratteri di un prodotto di alta fascia, superando ampiamente ​ i 90 punti su 100, delle guide piu’ quotate. Già la bottiglia e l’etichetta annessa ci svelano che non ci troviamo davanti ad una bottiglia qualunque, bensì scopriamo il risultato di una ricerca specifica, volta ad esaltare la tipicità, la tradizione e la ricerca di originalità.

Alla base si sono uve selezionate di Corvina 40%, Corvinone 15%, Rondinella 25%, Croatina 15% e Oseleta 5%, raccolte ovviamente a mano in cassette e lasciate appassire per circa 40 giorni, come un piccolo Amarone. Segue alla vinificazione un affinamento in legno di 24 mesi ed un riposo in bottiglia prima della messa in commercio.

Rosso rubino intenso con riflessi violacei, il bouquet olfattivo è dominato principalmente dai frutti rossi e dalle speziatura, meno percettibili sono i terziari piu’ evoluti, forse complice la giovane età del prodotto.

All’assaggio è caldo, morbido e di corpo pieno, acidità buona e tannini davvero ben mascherati, finale retrolfattivo di media persistenza, sul fruttato e sui chiodi di garofano.

Perfetto compagno di secondi piatti saporiti e succulenti, da provare con un piatto di Lepre in civet.

Rapporto qualità/prezzo: molto buono

Potenziale Evolutivo: ​ Lungo

Voto Vinogamia: 85/100

Leggere su VINOGAMIA, ti premia!

Partecipa GRATUITAMENTE al Nostro Concorso!

Leave A Comment