“Trovarsi davanti ad un’opera d’arte”

Il nome di Romano Dal Forno già basta a suscitare quel doveroso timore reverenziale dedicato solo ai grandi autori. Avere poi il privilegio di assaggiare un suo Amarone equivale a trovarsi di fronte alla Gioconda, senza nessun altro spettatore intorno. Siamo davanti ad un capolavoro di difficile equiparazione in tutto il territorio della Valpolicella, che definisce un traguardo netto, diventato oggi simbolo e riferimento per tanti produttori di quel terroir magico.

La cornice del quadro è la splendida Val D’Illasi, che racconta una storia di un giovane agricoltore che apprende l’arte da Quintarelli e di una famiglia fatta di geniali intuizioni, cura dei dettagli ed una maniacale ricerca della qualità.

L’Amarone Monte Lodoletta 2011 si presenta rosso rubino intenso, profondissimo, impenetrabile, dai riflessi violacei sull’unghia.  Al naso un magnifico bouquet regala richiami di frutta rossa sovramatura, confettura di mirtilli e ribes, esaltata da terziari potenti ma eleganti di sottobosco, aromi di tostatura, caffè, cacao, tabacco.

Al sorso è ampio, pieno nel corpo e straordinario nella struttura, caldo, di buona acidità e di morbidezza bilanciata, tannini soffici e puliti.

Un vino di superba fattura, che difficilmente trova abbinamento nel cibo ma viene concepito come piacere puro, a fine pasto.

Se proprio volete accompagnarlo ad una pietanza ( è lui il protagonista principale, non il piatto),  scegliete un secondo di cacciagione o un formaggio estremamente stagionato.

Rapporto qualità/prezzo non valutabile, per il valore collezionistico che trascende il mercato standard.

Potenziale evolutivo: molto lungo

Voto Vinogamia: 98/100

Leggere su VINOGAMIA, ti premia!

Partecipa GRATUITAMENTE al Nostro Concorso!

Leave A Comment