‌Un Sagrantino “Rock” per citare le stesse parole del proprietario Giampaolo e delle persone che lo producono. Il Sagrantino, in un certo senso, è sempre stato un vino rock, per le tanto conosciute note verticali, i suoi incipit forti e l’intensa trama tannica che fanno gioire gli amanti di questo vitigno, ma di certo non strizzano l’occhiolino ai palati più delicati e sofisticati. Il nuovo Exubera 2016 di Terre de la Custodia, si mostra in un aspetto totalmente diverso rispetto al passato, non solo nella nuova sfavillante etichetta che lascia intendere una rottura con il passato, ma nel risultato finale. Grazie ad un eccezionale lavoro in vigna prima ed uno straordinario studio in cantina, su diversi tempi e modi di affinamento, la nuova riserva riesce ad ottenere un corpo di eccezionale morbidezza che non cancella affatto i classici tannini, ma li maschera sapientemente, addolcendone la tipica astringenza e guadagnandone in un equilibrio ed armonia mai raggiunti prima. Questa volta i vigorosi connotati secondari e terziari dell’olfatto, non sono schiacciati nell’assaggio dalle parti più dure e spigolose, ma si ritrovano esplose in un nettare soave che fa della piacevolezza il determinante unico. Un Sagrantino del genere è Rock anche perché fa tremare le nostre convinzioni su questo vino e quelle dei tanti produttori limitrofi. Applausi

Leggere su VINOGAMIA, ti premia!

Partecipa GRATUITAMENTE al Nostro Concorso!

Leave A Comment