Letrari è un nome che non ha certo bisogno di ulteriori presentazioni, da sempre sinonimo di grandi spumanti Metodo Classico, oggi Letrari è una delle grandi stelle del Trento Doc, eccellenza delle bollicine italiane.

La 976 Riserva del Fondatore 2008 , è una di quelle bottiglie da tenere gelosamente al riparo, per le grandi occasioni. Va osservata con cura nei dettagli stilistici, va stappata con garbo e si presta a regalare un coinvolgimento emotivo d’applausi.

96 mesi sui lieviti, un’infinita per questo blend di Chardonnay e Pinot Nero, prodotto solo nelle annate migliori, ma l’attesa silenziosa vale tutto il risultato finale.

Giallo paglierino intenso con riflessi dorati, sormontati da lunghissime e fini catenelle di bollicine, su uno sfondo limpido e brillante.

Al naso aprono i fiori gialli di primavera, la frutta esotica, le note di lievito e biscotti di frolla, pane tostato.

Il sorso è ancora di una freschezza eccezionale, ricco, sapido e avvolgente nella spuma, lascia un lungo finale agrumato, intenso e fine.

Questo vino merita di essere servito con piatti di una certa eleganza, io l’ho provato salmone marinato con zenzero e Lime, davvero un abbinamento ben riuscito!

Rapporto qualità /prezzo: eccezionale

Evoluzione prevista: lunga

Voto Vinogamia: 98/100

Leggere su VINOGAMIA, ti premia!

Partecipa GRATUITAMENTE al Nostro Concorso!

Leave A Comment